Il panorama poetico, dopotutto, era essenzialmente la lotta

Sta di fatto che lì, in quel cimitero

Parlando dell’Italia parliamo di come
dalla poesia alla musica – il mandolino – alla pasta
sia terra di pochi – grandi – tragici e molti
elegiaci – vale a dire: stronzi sempre
intenti a piangere sul latte versato – e va bene
che non per tutti la vita si riduce a rotolarsi in un letto,
ma a qualcuno ancora si allunga sfiorando
– e non di poco – il senso del ridicolo, è così
tutta una questione – banalmente: di toccamenti
lirici, lotte più suggerite che affrontate – dell’impulso
cui affidare il detto: che sia per una volta
eccitazione

Commenti

Una volta che potevi occuparti della forma,

Pochi tragici, molti elegiaci e infiniti allenatori di squadre di calcio (se il calcio è poesia). Se dimentichi questo, il quadro critico non è completo.