SVANTAGGIO MECCANICO

Senza tremare né soffrire
sul fulcro intatto del mio occhio cavo
le tue braccia allungate piegano l'aria
lungo lo stipite fiorito della notte piena
a minore sforzo lo squarcio maggiore
scolpite, leggibili nel buio
le regole della leva

Commenti

Mmm

Le braccia si allungano se sono stese (in un abbraccio, al buio) soprattutto quando diventano travi che cavano l'occhio. Ci riprovo, ma solo roba descrittiva, mica basta lo "wit" di una chiusura ad effetto, no?

Mmm

Le braccia si allungano se sono stese (in un abbraccio, al buio) soprattutto quando diventano travi che cavano l'occhio. Ci riprovo, ma solo roba descrittiva, mica basta lo "wit" di una chiusura ad effetto, no?

Se salti i primi 4

Allungate è improprio, a meno che non si tratti di braccia telescopiche, ma allora non vedo dove sia lo svantaggio. L'occhio cavo come fulcro è davvero infelice. Come dire: la parte descrittiva di questa poesia è fastidiosamente inadatta. Peccato, perché i tre versi finali sono belli.