Toro

Toro - Primavera 2016

Toro: l’altra sera ero a cena con un amico del segno del toro. A fine pasto, aprendo un biscotto della fortuna con la stessa sacralità con cui avrebbe aperto una cozza, trova un biglietto su cui c’era scritto: non attraversare il muro con la testa. Dopo aver letto, alza lo sguardo, uno sguardo mistico a me rivolto come se stesse interrogando l’oracolo di Delfi, uno sguardo che – muto chiedeva l’illuminazione.
Allora gli ho detto, e vi dico, cari tori tutti: il culo. È giunta l’ora di usare il culo.
E in questo periodo, stranamente, avete più culo che anima.