Approfondimenti

Derek Walcott

Derek Walcott (Castries,Saint Lucia, 23 gennaio 1930) Shabine testa ruggine e occhi verde-mare, il soprannome patois per ogni negro rosso.
Nel 1992 insignito del premio Nobel per la letteratura.

Da Mappa del nuovo mondo

Liquidazione

Vivo sull’acqua,
solo. Senza moglie né figli.
Ho navigato ogni possibilità
per arrivare a questo:

casa minima sull’acqua grigia,
finestre sempre aperte
al mare guasto. Certe cose non le scegliamo noi,

ma siamo quello che abbiamo fatto.
Soffriamo, gli anni passano, ci perdiamo
nel tragitto, ma non il nostro bisogno

di oneri/gravame. L’amore è una pietra
posata sul fondale
sotto le acque grigie. Ora, io non chiedo nulla

alla poesia che vero sentire,
non pietà, non fama, non cura. Sposa silenziosa,
possiamo sederci a guardare l’acqua grigia,

e in una vita inondata
da mediocrità e rifiuti
vivere come rocce.

Tralascerò il sentire,
tralascerò il mio dono. Che è più grande
e duro di quello che là passa per vita.

  wal3

wal2

wal1