Approfondimenti

Ezra Pound

Ezra Weston Loomis Pound (Hailey, 30 ottobre 1885 – Venezia, 1º novembre 1972). Si prefisse fin da adolescente di essere poeta. Nel 1908 lasciò gli Stati Uniti per l'Europa. Credeva che William Butler Yeats fosse il più grande dei poeti contemporanei: lo conobbe e ne divenne amico, svolgendo per alcuni anni funzione di segretario. Frequentò Constantin Brâncuşi, Francis Picabia, Georges Braque, Ernest Hemingway (che testimonierà: "Io gl'insegnai a tirare di pugilato e Pound a me ciò che si doveva e non si doveva scrivere"), Pablo Picasso, Jean Cocteau, Tristan Tzara, Erik Satie. Presentò James Joyce a Sylvia Beach, proprietaria della famosa libreria Shakespeare & Co., che nel 1922 pubblicò Ulisse. Nel 1921-22 aiutò a rivedere e scorciare il manoscritto di The Waste Land di Thomas Stearns Eliot, che dedicò il poema "Ad Ezra Pound - il miglior fabbro". Negli anni di Londra e Parigi e anche in seguito si adoperò perché Eliot, Joyce ed altri artisti potessero avere agio di lavorare, sollecitando finanziamenti e aiutandoli di persona.
Anche a Rapallo Pound creò un circolo di amici artisti e progettò iniziative letterarie e musicali. Nei concerti era spesso impegnata Olga Rudge, violinista americana che nel 1925 diede a Pound una figlia. Nel 1926 nacque a Parigi, dalla moglie Dorothy, Omar Shakespear Pound. ("Si noti il crescendo", commentò Pound.)
Durante la seconda guerra mondiale, dal 1941 al 1943, Pound realizzò a Roma per la radio italiana numerose trasmissioni in inglese in cui difendeva il fascismo e accusava gli angloamericani. Queste trasmissioni gli valsero un'incriminazione per tradimento da parte del governo americano. Il 3 maggio 1945 fu arrestato da partigiani italiani. In seguito una perizia psichiatrica lo dichiarò infermo di mente.

da Personae

 

da Lustra

 

da Miscellanea