Approfondimenti

Morto a vent'anni

Félix Francisco Casanova (Santa Cruz de la Palma, 1956 – Santa Cruz de Tenerife, 1976) è forse, con Leopoldo María Panero, il più maledetto dei poeti spagnoli della sua generazione.

Los relojes me quieren mal
como al hacer el amor por dinero
me venden un tiempo gastado,
una botella que sólo guarda
el perfume de su licor.
Y así, un vaso de fiebre,
un largo termómetro
como el brazo pálido de un muerto,
me hunden en los sueños sin retorno,
me arrancan el rostro como a un
derrotado boxeador
(Síndrome nº 3)

Gli orologi mi odiano
come quando fotto per denaro
mi vendono un tempo usurato,
una bottiglia che soltanto conserva
il profumo del suo liquore.
E così, un bicchiere di febbre,
un lungo termometro
come il braccio pallido di un morto,
mi affondano la testa nei sogni senza ritorno,
mi strappano la faccia come a un
pugile sconfitto.
(Sindrome nº 3)
Trad. di Ianus Pravo

Io continuo a illudermi che non è ancora tardi per morire a vent’anni.