Approfondimenti

Paola Silvia Dolci
Paris, 8.00 heures [6 avril 1950] La complicità che ci tiene uniti, che ci sarebbe anche se non stessimo insieme. Lo stare insieme, che ogni mattina mi dico che ci sarebbe...
Paola Silvia Dolci
Marìa Casarès ad Albert Camus       Mercoledì sera [18 gennaio 1950] Sono un po’ stanca stasera amore mio, benché in...
Paola Silvia Dolci
Venerdì ore 15:00 [17 febbraio 1950] Mia cara bambina, ti bacio e ti stringo a lungo tra le mie braccia, con una terribile tristezza e tutta la tenerezza. Dopo la tua...
Paola Silvia Dolci
Accorgimento numero 1 Scansa i demoni dal capezzale, prendili a bastonate, non essere vigliacco e non scappare. Quelli ti hanno dato da mangiare. Accorgimento numero 2...
Paola Silvia Dolci
Venerdì ore 15:00 [10 febbraio 1950] Ieri non mi hai scritto. E oggi questa giornata, fuori così bella, è avvelenata. È oggi che avevo bisogno della...
Paola Silvia Dolci
Sabato [21 gennaio 1950] Giornata di corsissima. Pitou è venuta a svegliarmi alle 10. Mi sono alzata e mi sono precipitata da mio padre. I dottori erano passati alle...
Paola Silvia Dolci
Sabato 30 luglio 1949 Amore mio, un breve messaggio solo per evitare che tu resti troppo a lungo senza ricevere mie notizie - adesso non sarei capace di dirti nulla. Da...
Paola Silvia Dolci
Venerdì h 16:00 [27 gennaio 1950] Pessima giornata. Il tempo è grigio, freddo – ed io sono sul piede di guerra. Non gratuitamente, per ragioni precise. Credo...
Silvia Rosa
  Altro che lotta per conquistare il maschietto più agognato, altro che duelli all’ultimo tacco per il golfino viola in saldo che sai già che non...
Paola Silvia Dolci
Albert Camus à Maria Casarès Albert e Francine e Michel Martedì h 15 [24 gennaio 1950] Oggi avevo un bisogno quasi fisico della tua lettera. Come si ha...
Paola Silvia Dolci
L’altro giorno, per informarlo che avrei usato alcuni suoi versi per esergo a un capitolo di un mio libro, sono andato su google in cerca di Pier Massimo Forni ed è l...
Paola Silvia Dolci
a cura di Giovanna Giolla Correvo sul sale e sulla neve, i miei scarponcini rossi scintillavano. Il buio era lungo, lungo come la lista delle cose che non avevo combinato...