Recensioni

CIMEX

FOTOGRAMMATICA VOL.3

                                                                            CIMEX
L’amarena affonda nel ghiaccio
dapprima nell’acqua poi
perde la sua pelle
muta in polpa
rimane nocciolo.

Fotografare il vento
e pani ancora caldi
dal giorno prima
arredano le vetrine
delle panetterie lusitane
mentre le cimici si
occupano del resto.
La codardia è un’infiammazione dell’incoscienza.

Il tempo è sempre più imperturbabile
si stende sulle tele
di sedie sdraio abbandonate
di fronte all’oceano
transistor mancano il segnale
l’impero non è più una fetida
balena spiaggiata
solo una carcassa di aragosta sotto spirito
e lo sciroppo va bevuto dal cucchiaio
lo dice anche quel finto proverbio atlantico
chi fuma non piglia stoccafissi.

I sentimenti poi
sono entità impenitenti
accerchiano
i coccodrilli, specie quelli del Nilo,
sono animali docili
al massimo ingoiano farfalle
e lenzuola bianche garriscono
pacificate dal loro candore
Santa Barbara protegge
eppure l’olfatto è un senso
come il gusto
dell’amarena
l’assillo un frutto
dal gusto amarognolo
cresce nei giardini delle
grandi città dell’Occidente.
(Anche in presenza di sangue)
La schiuma è sempre bianca.
 

[ I versi sono ispirati dalla visione del film Ricordi della casa gialla, da cui è stato colto anche il seguente fotogramma]

Image and video hosting by TinyPic

Ricordi della casa gialla (Recordacoes da casa amarela), 1989; Portogallo;
Scritto, diretto ed interpretato da J.C.Monteiro; durata: 117 min.
Primo di una trilogia del regista portoghese, che vede come protagonista il personaggio di Joao de Deus.