Recensioni

corruptio optimi pessima, Antonio Turolo

La ragazzina che sto per bocciare:

tredici anni al massimo,

mai visto in vita mia niente di simile

zero cultura, zero ideologia,

soltanto un’anarchia vitale originaria.

Si butta per terra

dice le parolacce tira i sassi

strappa quaderni e libri.

Le oppongo

una faccia impassibile, di bronzo.

Lei mi guarda con odio ma non sa

quanto io internamente le assomiglio.

IMG-2752

"Proprio nelle sue forme più perverse

l’amore mostra la sua potenza”

S. Freud

IMG-2753

IMG-2754

IMG-2755

IMG-2756

IMG-2759

IMG-2758

IMG-2760

IMG-2761

IMG-2762

Queste poesie sono tratte dalla raccolta “Corruptio optimi pessima”, edita da NUOVADIMENSIONE nel 2007.

________________________________________________________

Antonio Turolo (Mestre, 1962) vive a Treviso. Ha svolto attività di ricerca come storico della lingua italiana, pubblicando due monografie: Tradizione e rinnovamento nella lingua del Magalotti (Firenze, Accademia della Crusca, 1993) e Teoria e prassi linguistica nel primo Gadda (Pisa, Giardini, 1995). Ha esordito come poeta con Le parole contate in Poesia contemporanea. Sesto quaderno italiano (Milano, Marcos y Marcos, 1998) e successivamente ha pubblicato Corruptio optimi pessima (Portogruaro, Nuova dimensione, 2007) e A parte il lato umano, Livorno, Valigie Rosse — Premio Ciampi, 2016.