Recensioni

Do come see my poetry, Amelia Rosselli

podcast a cura di Marco Nicosia

Do come see my poetry, Amelia Rosselli 

Vieni a vedere la mia poesia
esigi che posi per un ritratto
in silenzio richiamando
tutte le esperienze passate
senza noia che faccia schiave
le sue guance in attesa.

Vieni a vedere la mia poesia
essere decisa e disperata
(se mai la disperazione avesse
nido nella mente). Nel suo genere
è soave quasi, ma piuttosto
incerta quanto alle sue premesse
e ai suoi fini
evita vuoti, e princìpi,
e riposa su decisioni inconsce
mentre dipingi.

Le dai forza con una pennellata 
con una beatitudine
che non abitava qui, prima che parlassimo.
La colmi
con una svista della penna 
con pensieri che
non abitavano qui, a meno che
non ti celassi  nelle ombre
trovando i suoi messaggi.

Ora che l'ora di posa è al suo finire
il tuo nuovo principio ti fissa
negli occhi, e con terrore
sospetta non sei
mai nata prima che scrivessi
di teneri sospetti.

Amelia Rosselli
da Sleep. Poesie in inglese