Recensioni

Paola Silvia Dolci
Azzorre, di Cecilia M.Giampaoli, pubblicato da Neo editore, è il racconto di un groviglio sentimentale, un gomitolo che si dipana dall’Italia per arrivare fino all...
Paola Silvia Dolci
L’inseguitore di Cesare De Marchi (Mondadori, pp. 211) Gradevole, sgradevole. Due aggettivi antonimi che ricorrono, o uno o l’altro, in quasi tutte le pagine del...
Pier Angelo Cantù
Un nuovo libro su Pink Moon manda in frantumi i cliché del biografismo su uno degli autori più saccheggiati e meno ascoltati della musica pop Pier Angelo Cant...
Paola Silvia Dolci
a cura di Giuseppe Rizza Bad luck banging or loony porn; titolo originale: Babardeala cu bucluc sau porno balamuc; regia e sceneggiatura di Radu Jude; Romania; 2021; durata: 106...
Paola Silvia Dolci
a cura di Guido Michelone Prima di parlare di First Time il disco di Duke Ellington e Count Basie che compie sessant’anni e che nella storia del jazz rappresenta un...
Paola Silvia Dolci
16 marzo 1978: a Roma, le Brigate Rosse rapiscono Aldo Moro – uccidendo gli uomini della sua scorta; 9 maggio 1978: Moro viene giustiziato dalle Brigate Rosse; avevo 15 anni...
Paola Silvia Dolci
a cura di Mario Famularo Non spiega molto dei nodi marinari l’avvicendarsi dei tramonti a largo di Split quando il sole si piega all’orizzonte tenendosi per le...
Paola Silvia Dolci
Non c’è scampo, Vrònskij è sempre presente, non manca mai di macerare, con fatuità raffinata, ogni coppia e a imporle la dolente attesa del...
Paola Silvia Dolci
Il paese della poesia a cura di Rosa Riggio Elisa Audino, “Io qui ci vivo” La poesia è corpo, forza dirompente, spesso fuori dalla misura del verso, che non...
Paola Silvia Dolci
Campi d'ostinato d'amore di Umberto Piersanti, Ed. La nave di Teseo, 2020 a cura di Franca Alaimo   Remoto, Immenso, Antico: tutti con la lettera iniziale...
Paola Silvia Dolci
a cura di Giuseppe Rizza  Apples; titolo originale: Mila; regia e co-sceneggiatura di Christos Nikou; Grecia; 2020; durata: 90 minuti; La pellicola è stata...
Rosa Riggio
La scrittura di Sergio Oricci, in “Pesci di vetro” (Gattomerlino 2020), potrebbe essere assimilata ad un'installazione, da attraversare, magari caderci dentro,...