scritture di frontiera (Giorgio Galli)

Paola Silvia Dolci
a cura di Giorgio Galli  Gli spettatori che la sera del 29 maggio 1913 assistettero alla prima del balletto avevano a disposizione solo un programma di sala molto schematico...
Paola Silvia Dolci
Nella Stravinsky edition, Stravinsky dirige La sagra della primavera con un distacco quasi impersonale. É bella la direzione di Stravinsky proprio perché oggettiva...
Paola Silvia Dolci
  La sagra della primavera: Le sacre du printemps, The Rite of Spring, Весна священная: questo titolo non fu trovato da Stravinsky. Fu un altro colpo di genio, o se si...
Paola Silvia Dolci
“I did not create Le sacre du printemps. I was the vessel, through which Le sacre passed”. Grande razionale, Stravinsky diede tuttavia in queste due frasi una...
Paola Silvia Dolci
Stravinsky sapeva di non doversi preoccupare con Roerich. Con Nijinskij, però, era tutta un’altra storia. Le ragioni dei contrasti tra i due sono complesse, e...
Paola Silvia Dolci
Stravinsky e Djaghilev erano d’accordo su chi sarebbe stato lo scenografo e costumista: non poteva essere che Nikolaj Roerich. Per essere il più possibile...
Paola Silvia Dolci
Fino alla primavera del 1912 dunque Stravinsky compone quasi tutto il balletto. Il lavoro procede spedito: La sagra della primavera viene conclusa "in uno stato di...
Paola Silvia Dolci
  Stravinsky si mette dunque a comporre, creando un curioso contrasto tra la crudezza della musica che gli vien fuori e l’ameno paesaggio svizzero in cui la compone...
Paola Silvia Dolci
Birdland Cambiamo completamente scenario. Siamo nel regno del jazz. Nottate incandescenti al Birdland fra gli anni Quaranta e Cinquanta. Jam session infinite, forsennate, danza...
Paola Silvia Dolci
Stravinsky, in un primo periodo, fu una specie di Giona fuggitivo dal destino di comporre La sagra della primavera. Se non rinunciò del tutto, con ogni probabilit...
Paola Silvia Dolci
Una strana iniziazione alla musica Stravinsky era un tipo originale. Nel suo diario, Debussy scrive: “Recentemente ho visto Stravinsky.. Dice: il mio Uccello di fuoco, la...
Paola Silvia Dolci
La visione 1 Primavera 1910 “Un giorno, in modo assolutamente inatteso perché il mio spirito era allora occupato in cose del tutto differenti, intravidi nella...