scritture di frontiera (Giorgio Galli)

Paola Silvia Dolci
Fino alla primavera del 1912 dunque Stravinsky compone quasi tutto il balletto. Il lavoro procede spedito: La sagra della primavera viene conclusa "in uno stato di...
Paola Silvia Dolci
  Stravinsky si mette dunque a comporre, creando un curioso contrasto tra la crudezza della musica che gli vien fuori e l’ameno paesaggio svizzero in cui la compone...
Paola Silvia Dolci
Birdland Cambiamo completamente scenario. Siamo nel regno del jazz. Nottate incandescenti al Birdland fra gli anni Quaranta e Cinquanta. Jam session infinite, forsennate, danza...
Paola Silvia Dolci
Stravinsky, in un primo periodo, fu una specie di Giona fuggitivo dal destino di comporre La sagra della primavera. Se non rinunciò del tutto, con ogni probabilit...
Paola Silvia Dolci
Una strana iniziazione alla musica Stravinsky era un tipo originale. Nel suo diario, Debussy scrive: “Recentemente ho visto Stravinsky.. Dice: il mio Uccello di fuoco, la...
Paola Silvia Dolci
La visione 1 Primavera 1910 “Un giorno, in modo assolutamente inatteso perché il mio spirito era allora occupato in cose del tutto differenti, intravidi nella...
Paola Silvia Dolci
a cura di Giorgio Galli   Vi sono scritture di frontiera, che si collocano al confine fra un genere letterario e l’altro -ad esempio al confine fra prosa e poesia- o...
Paola Silvia Dolci
a cura di Giorgio Galli Esordio dell’associazione Laputa come casa editrice, Days è un fumetto articolato in due racconti. L’autore, Luigi “Bigio”...
Paola Silvia Dolci
a cura di Giorgio Galli   L’arte dei pazzi si dice per indicare un lavoro inconcludente, un’azione che gira a vuoto. Marco Ercolani, scrittore e psichiatra, si...
Paola Silvia Dolci
a cura di Giorgio Galli Nessuna biografia ha l'happy end. Tutte finiscono col protagonista che muore. Ma dipende da come si muore. Quella di Bruno Schulz fu una morte assurda...
Paola Silvia Dolci
a cura di Giorgio Galli    Le voci di cui abbiamo parlato fino ad ora erano tutte voci pubbliche: vale a dire incise per essere riascoltate in un contesto pubblico, in...
Paola Silvia Dolci
a cura di Giorgio Galli  La prima volta che ho ascoltato la voce di Mascagni ho pensato due cose: che il compositore doveva essere un grandissimo sbruffone, e che quello era...