Antonio Semproni

Medicina del lavoro

I medici del lavoro avvicinano lo stetoscopio
alle mura della fabbrica
quanti starnuti?
quanti colpi di tosse?
quanti rantoli al minuto?
si devono stilare statistiche
che non guardino in faccia nessuno

***

Braccianti

Se si accasciano sui pomodori
la scena non è attrezzata per il sangue
nemmeno finto
vanno raccolti all'istante
trascinati nei casolari
senza risciacquo
nella pubblicità non compare la faccia
nella passata non va la pelle

***

Morti bianche

Se i bulloni fossero stati
immacolati come i bottoni sullo sparato
sigillati come il feretro
forse sarebbero venuti ad applaudire
ma avrebbero trovato i loro eroi troppo indaffarati
preferiscono statue silenziose, la solennità di un museo

***

Fabbriche

Le fabbriche stanno sulla terra
come navicelle spaziali o sommergibili
pare che stiano per levitare o sprofondare
se non ci fosse il fumo
a tenerle in equilibrio
se non ci fossero uomini che devono tornarsene a casa
per non appesantirle troppo
e altri uomini che devono entrarci
per non alleggerirle troppo
tutti a tenerle in equilibrio

***

Salato e dolce

A colazione alterno salato e dolce
a mio piacimento
potrei farlo anche per gli altri pasti
mi chiedo pure se sarebbe possibile
a lavoro alternare a mio piacimento
l'occupazione e il riposo
la produzione e il premio
ma non so se esercitare la coscienza critica
o dovere devozione all'azienda
grazie cui metto insieme, ai pasti
salato e dolce

***

Mercati e mercati

Ci sono mercati di frutta, verdura e formaggi
e mercati di blue chips, bond e bitcoin
mercati dove l’uomo mangia pane
e mercati dove l’uomo ha sempre fame

Noi compatiamo questi affamati
che si ostinano a non volerne sapere
di gorgonzola radicchio noci e pere
nemmeno un gheriglio
parlano solo di comprare la piazza del mercato
per metterla in una immobiliare
che starà sotto una holding
che verrà quotata in borsa
a Milano, Parigi e New York
allontanandosi sempre più dall’oggetto del mangiare

***

Mercato dell’arte

Per rivitalizzare il mercato dell'arte
si stanno domandando se sostituire gli squarci su tela
con altrettanti buchi
i favorevoli temono il rimarginarsi lungo i bordi, la vista cieca
i detrattori il risucchio, la sala vuota

***

Nolo

Quel capitano d'azienda è l'ultimo
ad avere preso famiglia
a noleggio
moglie monofamiliare, prole ampia e luminosa, doppio cane interno
la situazione gli è sfuggita di mano
dopo il reso
ha organizzato cinquanta matrimoni e altrettanti divorzi
costituito famiglie ai quattro angoli del globo
spartito portafogli di investimento tra fratellastri
ora ha una rubrica su una rivista di settore
dà consigli su costituzione, fusione e liquidazione di famiglie

***

Acqua

Questi uomini hanno una certa predisposizione al tuffo
di testa, di petto, di schiena, in qualsiasi guisa
dal bordo, dal trampolino, da un precipizio
non frangono lo specchio, s'ode appena uno sciabordio
tra un tuffo e l'altro fanno a meno dell'asciugamano
sono della stessa consistenza dell'acqua

I cadaveri ridotti a schiuma
li rimuovono con il retino

***

Oscillazione

Si posizionano sui cavi d'acciaio in fila indiana
prediligono la tracolla ergonomica
la valigetta su un fianco può squilibrare

A ogni schianto giù in strada
(nessuno sente niente, gli altri salgono in ascensore)
i sismografi nei grattacieli registrano un'oscillazione dei mercati

***

Balenciaga

Con la testa ben piantata sulle spalle
ma con i piedi purtroppo così in bilico
sul globo
ha comprato scarpe dalla suola
tanto spessa tanto larga
un piedistallo
da cui farsi pagare
ovunque si pianta

***

Saldi

Hanno rimpiazzato i manichini con i commessi
stanno studiando come smontare la testa gli arti le giunture
se trovano cartilagini ossa articolazioni rotte
possono sempre metterle in saldo

***

Call center

Ha talmente tanti ricci nel filo del telefono
che stirandoli può uscire in strada
piazzarsi sotto le finestre
quando nota chiazze o aloni
- Signora, però non rientra nell'offerta, è un extra -
se gli tagliano il filo
chiama con le monetine che raccoglie

***

Corso

Ho rassettato casa prima che arrivasse la donna delle pulizie
non voglio che mi giudichi male
sono andato a comprare un abito nuovo
indossando un abito buono
tengo corsi per diventare un consumatore perfetto
in cui spiego come acquistare beni e servizi inutili

***

Pescecani

Nella società liquida
per una goccia di sangue
è tutto uno sbranarsi tra pescecani.
Comunità come isole lontane.
 

Nota biografica: 

Antonio Semproni nasce nell’agosto 1988 a Tivoli, in provincia di Roma. Tra Tivoli e Roma pendola e vive: da buon ultratrentenne, sta con un piede nella casa che ha affittato e con un altro in quella dei genitori. Ha il bernoccolo (anche in senso non figurato) per l’economia e la letteratura (sbatte molto la testa sui libri). Ha pubblicato una raccolta di poesie in rima (Rime in prima copia, Controluna edizioni, 2020) e prossimamente uscirà per i tipi di Oèdipus Edizioni una raccolta di suoi racconti satirici. Sue poesie inedite sono comparse sul blog Larosainpiu e un suo racconto breve sul blog Gorilla Sapiens Finzioni.