cominciamo Bene

[jah pubblicato il 13/06/2014 su http://dis-pensa.blogspot.it/2014/06/dis-corso-io-ovvero-come-ti-annodi-il.html]

DI.S-CORSO IO (ovvero come ti annodi il cappio)

Benvenuto pottini detto e fatto di maria

Or che qui noi siamo in tre

proverei a spiegar-me a te

di quell'IO che sempre c'è

comandar è il suo perché!

Per non fare a lui capire

tocca usare molte rime

perché sai come le cime

lo riducono a dormire.

Senza d'IO solo si sente

il percepibile incosciente

quell'infinità latente

confondibil col presente.

-

è da sempre che lo senti

scivolare tra le menti

della tua generazione

mentre fate colazione

non puòl' esser mai bastanza

ch'è una frase riempipanza

tocca invece divenire

sopra anche, gambe e retti

ricordando chel davanti

è megliò lasciarlo ai santi.

-
non è un dis corso inteso come botta e risposta, lo definirei più lasciandolo indefinito. proviamo per una volta ad affrontare il coro saltando le torna.

prima di tutto c'è il linguaggio, crea guasti anche quando dico che il linguaggio crea guasti, in pratica quando parliamo se va bene c'è un eco, se va male sono infiniti. questo linguaggio non può servirci giacché ci asserve, dominando noi e tutto ciò che ci circonda, cominciando col definire falsamente l'indefinibile e trascurando ogni aspetto mistico della vita ci riduce a poltiglia sottomessa incapace di dirigere alcunché al di fuori del discorso stesso che è e resta padrone del dire e comandante il fare.

proporrei una pausa, e qui dovrei stupirvi, intanto stupisco me, istupidisco l'io.

qui vorrei arrivare una volta per tutte ad essere ignorato come si deve perché state ben attenti che tra poco sentirete uscire da questa ugola il verso incline a dimostrar la pazzia che mi dona alcuni attimi che passano al passato delle verdure che non ho congelato ma stufato con la carne che ho rifiutato dato l'odore innato di morte con sé portato. disse dicendo che il bene dire non può finire dentro il convento senza portento mi rappresento

dopodiché viene il pensiero, distinguendo per favore il pensiero dall'umore capiamo subito che yoU muore.... il pensiero è ciò che da la vita, quando cessa il pensiero sospende la vita....questo non eleva il pensiero ma decade la vita....torna il linguaggio ed i suoi guasti. la vita è figlia del pensiero e non il pensiero figlio della vita. facile se depensato come rappresentazione immagine del cervello che bel bello si fa fardello e ci raggira comunque e sempre senza apparente definizione dell'esser schiavi noi e lui padrone, facile vero se chi ci pensa è il pensiero......

non per dir manca l'amore giusto perché l'ha a more le more more morTe mor te tua

ta tu andò ci nel là no

costo lette non le lessi meglio fritte dà sapere.

non chiedete dell'azione se non volete d'emozion perire col vostro amato differire, disgregare di mostrare dissertare, non rimane che remare contro il reno che a spirale ci risale sull'altare e qui viene a deprecare l'esser sempre a tutti uguale senza altro dimostrar che la lezione imparar.....dimentica e respira, respira e dimentica, sogna,

varia ogni tua bisogna combina il buono col cattivo scegli sempre il men voluto e disossati l'ossuto il pennuto ed il voluto senza altro rigurgito rigurgitato editato e non filtrato come flusso rimirato del non essersi appartato da tastier dimenticato e qui sol or ricordato nel non esser dimenticato

respirando nel pallone non può che durarmi ore ora in petto il do signore signora si ignora ignora il marito signora lauti siamo cogli dei fanne mazzi come pazzi son a noi mestrui deli fatti tuoi

c’è così tanto amore in questo che capirne il pretesto è impossibile, lo ammetto lo ometto l’ometto lo metto l’ho messo lo stesso lo scopo lo scordo lo scoglio che al mare mi riporta uguale pur senza finestre ma meglio minestra d’assaltarci dentro per questo vi sento gridare dal dare di petto quel do che ancor lo ri metto nel ‘esser da stesso ricordo provetto che dir se lo ammetto che son poveretto per questo sociale non val manco un cane quell’essere IO e non il mio d’IO

riman do parlan do contan do nan do

fuck hal do!

Commenti

:)

benvenuto :)